Il fenomeno del bullismo

Questo studio chiarisce influenze genetiche sul bullismo. L’attenzione si riferisce a processi che rapidamente spostano l’attenzione sul fenomeno del bullismo, di solito da una scuola ad un’altra. Il nostro lavoro ha mostrato che i bulli  differiscono dai bambini normali. L’attuale studio cerca di dimostrare che i bambini normali mostrano differenze caratteriali simili. Le differenze non sono certo dovute all’esperienza, si differenziano nei bambini rispetto agli adulti. Tuttavia, la comprensione potrebbe essere importante per l’identificazione precoce e l’intervento e il trattamento dei disturbi comportamentali legati comunemente durante l’infanzia possono dare risultati notevoli. Indagini delle associazioni comportamentali con misure di interventi congrui, riflettono in entrambi i punti di tempo così come le associazioni con lo stress, la salute e il rendimento scolastico.

bullismo

Una delle scoperte più interessanti è che i comportamenti negativi prevedono la traiettoria dello sviluppo di comportamento dall’infanzia alla fanciullezza. Un’altra scoperta interessante è che, a differenza con il nostro precedente studio con ragazzi normali, in cui erano più sensibili alle differenze individuali, mentre questo campione con i bulli è stato associato con la crescita del cervello.  Quando arriviamo più vicini allo studio, che si tratti di scuola o strada incontaminata o un cortile dove facciamo giochi, è il tipo di ragazzo che si desidera studiare non ha mai prodotto risultati. Uno psicologo cognitivo presso la University of Oslo  specializzato in bullismo, conosce il bullismo e sa che i bulli sono inclini a errori, soprattutto quando stiamo si trovano a scuola. Se lo studioso afferma che mentre sta spiegando ciò che egli chiama bullismo gli studenti di psicologia devono partecipare al corso. Il nostro studio, dice, non sono instancabili menti, ma lo possono diventare. Per questo dobbiamo rallentare o meglio fermare il bullismo e prendere provvedimenti giusti attraverso interventi mirati. Perché il rendimento mentale non migliora anche senza interventi, questo deve essere chiaro.

Moda e borse un connubio perfetto

Se c’è un accessorio a cui una donna non sa proprio rinunciare, questo è la borsa. Al suo interno trasporta tutto quello che può servire per la quotidianità ma, in realtà, per le donne è qualcosa di più, che valica i confini della funzionalità diventando un vero e proprio accessorio di moda, un complemento dell’outfit che rende unico ogni look. E’ sulla base di questo che Obag ha realizzato la sua collezione, un mix di colori e forme dal risultato straordinario.

Le borse O bag sono altamente personalizzabili e si adatto perfettamente a qualsiasi stile e umore; la collezione presenta scocche di varie forme e dimensioni, che si adattano alla quotidianità, che possono essere completate con bordi e manici per ottenere una borsa unica e inimitabile.
Le O bag tradizionali sono le shopper, pratiche e ampie, utili per una giornata di relax nel tempo libero o per andare a lavoro. Vengono vendute complete di manici e di bordo oppure da assemblare a piacimento, scegliendo perfino la sacca interna. Bordi colorati in pelliccia di varia tipologia o in lana lavorata con diversa trama, manici in pelle o a catena, corti o lunghi, tondi o piatti, in pelle, nappa o corda, permettono i creare di volta in volta il proprio stile. Molto apprezzate anche le Obag mini, identiche alle Obag ma di dimensioni più piccole per scoprire i vari modelli proposti dal brand visita il sito web www.silvanaccessorimoda.com.
borsa-o-bag
Straordinarie, poi, sono le O bag beach, in corda, perfette per portare con sé tutto l’ocorrente: altrettanto personalizzabili, sono coloratissime e vivaci ma non è raro che anche le O bag vengano scelte per una giornata in spiaggia, semplicemente sostituendo i manici in pelle con quelli in corda.
Delicate e vintage sono le O bag ’50, che richiamano la raffinatezza dei bauletti classici senza, però, rinunciare alla modernità e allo stile O bag.
Completano la collezione le borse O city e le borse O chic: le prime con una scocca dal taglio più allungato e sinuoso, le seconde più profonde, da portare a mano, scegliendo tra l’ampia varietà di manici a disposizione.

I prezzi medi per fare propria una borsa di questo tipo sono inferiori ai 100 euro per un modello personalizzato con tutti gli accessori più alla moda, aggiungendo anche degli elementi di ricambio per variare e avere sempre la sensazione di indossare una borsa nuova. Si ha la certezza di acquistare un prodotto di qualità, duraturo nel tempo e di grandissimo valore stilistico. Costruire una borsa in base al proprio umore e alla propria esigenza, non è forse il sogno di ogni donna?

Sia da uomo che da donna il brand è Geox

Piedi sempre alla moda con la collezione di scarpe Geox, comode, accattivanti e traspiranti. Dalle sneakers donna ultra-moderne, ai mocassini stilosi, fino a giungere agli stivaletti fashion, Geox pensa al comfort e allo stile, creando scarpe di tendenza moda uomo e donna, dal design contemporaneo, utilizzando pellami di alta qualità. La caratteristica di tutte le calzature Geox è la suola traspirante: una scarpa che respira!

Geox: calzature dalla suola traspirante.

L’innovativo meccanismo utilizzato da Geox per le sue calzature è studiato in laboratorio, per realizzare una scarpa che dona un effetto rinfrescante al piede. La speciale suola, realizzata in materiale traspirante, permette la termoregolazione del piede, evitandone la sudorazione. I microfori presenti nella suola realizzata con una membrana tecnologica, mantengono il piede asciutto, grazie all’impermeabilità del materiale. La suola traspirante viene rivestita di un getto d’acqua a una pressione di 1 bar, per garantire l’impermeabilità della calzatura da pioggia, neve, intemperie.

Sneakers, Mocassini, Brogue e Stivaletti Geox: look stiloso con modelli al top.

scarpe

Le sneakers donna realizzate da Geox sono calzature sportive e raffinate, dal design contemporaneo, essenziale e sofisticato. La linea affusolata, la scelta di pellami di alta qualità, unito al design contemporaneo, realizzano una scarpa dallo stile ultra-moderno, perfetta sia per il lavoro che per le occasioni di svago. Il mocassino, icona di stile classic-chic, nella collezione di Geox propone modelli innovativi, una rivisitazione del classico mocassico interpretato in chiave contemporanea e trendy. Protagonista la morbida pelle nera ultralucida, che dona luce nuova alle calzature più fashion. La suola in gomma garantisce comfort alla postura. Dettagli di tendenza impreziosiscono i modelli: nappine in pelle completano il look glamour delle calzature, bordure in pelle ultralucida si alternano a pellami opachi, per un risultato sorprendente e sofisticato. Il modello brogue, più accollato al piede, sorprende per la linea affusolata e stilosa: dotata di suola traspirante, realizza un outfit in stile british.
Immancabili con l’arrivo dell’inverno, gli stivaletti Geox, comodi, eleganti e casual, realizzati in pelle di cuoio, con tacco largo, cinturini in metallo, zip laterali decorative. Dallo stivaletto con la zeppa comoda, alle calzature con tacco modello francesina, eleganti, glamour e chic, Geox con le sue calzature, esprime la femminilità di ogni donna.

Calzature Geox uomo: lusso ai piedi.

Uno stile impeccabile e sofisticato ai piedi, identifica una calzatura di qualità, una scarpa Geox, realizzata per un uomo dinamico, casual e raffinato. Le sneakers uomo di Geox sono dotate della suola traspirante, interpretano uno stile sportivo ma al tempo stesso sofisticato. Le intramontabili polacchine in morbido camoscio conquistano gli uomini alla moda e casual. Il mocassino con suola in gomma è morbido e confortevole, perfetto sia di giorno che di sera.
Le Geox Nebula dalla forma più affusolata, sono proposte in una palette cromatica che parte da toni tenui come il celeste, il marroncino, fino a giungere al vivace giallo ocra, o verde brillante.

Una vacanza da sogno

La vivace vita notturna fanno dell’isola di Ibiza una delle più attraenti d’Europa: un luogo trasgressivo, alla moda e dove vivere emozioni davvero uniche. Ma Ibiza non è solo la capitale del divertimento e quindi una meta turistica popolare esclusivamente per la leggendaria movida ma, per via di una natura per lunghi tratti incontaminata, è anche un’isola dalla struggente bellezza.

Un paesaggio vario fatto di grandi spiagge sabbiose, baie selvagge e suggestive calette nascoste, tutti posti dove approfittare della limpidezza del mare per uno splendido bagno o per vivere momenti di assoluto relax. Cala Llonga è una spiaggia adatta a chi vuole godere di un minimo di tranquillità, con angoli nascosti lontani dal grande turismo di massa. Sensibilmente diversa l’atmosfera di Es Figueral, una spiaggia molto frequentata anche per la disponibilità dei molti servizi utili per svolgere varie attività sportive. Ses Salines è un’altra bella spiaggia che si distingue per i diversi servizi offerti e per un mare davvero trasparente. Cala d’Hort è, invece, particolarmente suggestiva per la sua magnifica natura, una spiaggia dalla sabbia bianca e protetta da belle scogliere, quindi hai la possibilità di scegliere quello che maggiormente preferisci in base alle tue esigenze per le tue vacanze ad Ibiza.

Ma, come sottolineato nella prima parte dell’articolo, è la vita mondana a caratterizzare principalmente l’isola, ormai da diverso tempo meta turistica preferita da migliaia di giovani. Qui si trovano tanti locali notturni dove dare sfogo al proprio divertimento a cominciare dal Pacha, una delle discoteche dell’isola con la tradizione più lunga. Un posto dove ascoltare musica di ogni genere, dove vengono organizzati moltissimi eventi e dove incontrare tanta bella e stravagante gente. Tra i club per eccellenza da segnalare anche El Divino, animato da moltissime modelle e cubiste che incantano ballando musica house.

Soggiornare qualche giorno ad Ibiza senza necessariamente spendere una fortuna è possibile, importante è conoscere i posti giusti. Prenotare un appartamento al centro di Ibiza per la propria vacanza potrebbe risultare la scelta ideale, in quanto questa soluzione è economicamente più vantaggiose di altre e offre comunque una serie di comodità. Pernottare in un appartamento al centro significa, infatti, soggiornare in una posizione strategica a pochi passi dal mare, da attrezzatissime e frequentatissime spiagge e nelle vicinanze di bellissimi locali notturni. Inoltre diversi di questi appartamenti si distinguono per i numerosi comfort: aria condizionata, luminosità, vista mare, terrazze e tanto altro ancora.

Bungee jumping che passione

Avevo già praticato questa adrenalinica disciplina in altri luoghi, ma quella di Caramanico Terme, splendido borgo di montagna nel cuore del Parco Nazionale della Majella, è una destinazione che mi ha sempre affascinato. La posizione dell’abitato è a dir poco invidiabile, collocato com’è nel bel mezzo di un autentico paradiso terrestre, incastonato tra le vette più alte dell’Italia centrale, in un luogo ricco di boschi e nel quale la natura la fa da assoluta padrona. La località è compresa nella provincia di Pescara e la strada che conduce al ponte di Salle introduce pian piano a panorami meravigliosi, che diventano più affascinanti con l’aumentare delle asperità di un territorio che sa stupire chiunque ancora non lo conosca. Il ponte di Salle ha un’altezza complessiva di 100 metri e sorge sulla strada che congiunge San Tommaso, frazione del comune di Caramanico Terme, all’abitato di Salle. Il manufatto risale agli anni cinquanta ed è formato da un’unica campata che domina il sottostante fiume Orta. Con i suoi 100 metri d’altezza è di gran lunga il più alto dell’Italia centrale e, per gli appassionati di bungee jumping, rappresenta un’imperdibile opportunità di divertimento. Il salto all’interno del profondo canyon formato dalla forza delle acque, misura 90 metri complessivi e l’elastico impiegato per il salto ha una lunghezza di 22 metri.
SAUT A L'ELASTIQUE
I ragazzi che gestiscono il primo bungee center del centro sud per dimensioni, fanno capo alla base jumping in Abruzzo, il cui obiettivo è proporre un’ulteriore opportunità di svago e divertimento all’interno di un comprensorio nel quale vengono già praticate numerose discipline di successo, quali la mountain bike, il rafting, il paracadutismo e ovviamente il trekking. Trovare la zona è stato molto semplice, grazie anche alle informazioni dettagliate offerte dal sito ufficiale dell’associazione. L’esperienza è stata semplicemente fantastica ed è inutile dire che praticare il bungee jumping è un’avventura che azzera tutte le esperienze passate e che sa mettere i brividi come fosse sempre la prima volta. La scarica di adrenalina ti riempie di energia tanto da farti sentire invincibile per ore, finché la stanchezza non prende il sopravvento. Il bungee jumping è una disciplina che ha saputo incantarmi fin dalla prima esperienza, esattamente come incantevoli sono i luoghi nei quali viene spesso praticata nel nostro paese.

Il mondo del calcio

Il gioco del calcio venne regolamentato per la prima volta nel 1863, quando l’IFAB, l’International Football Association Board, durante un meeting a Londra scelse le regole che tuttora costituiscono il fondamento di questo sport. La FIFA, nata nel 1904 a Parigi, adottò anch’essa le linee guida impostate dall’IFAB e poco alla volta fece del gioco del calcio il grande spettacolo di cui oggi tutti godiamo. Tutte le federazioni calcistiche nazionali si rifanno alle regole dell’IFAB e sono obbligate ad attenersi a queste, eccetto che per poche deroghe, riguardanti il peso e le dimensioni del pallone, la grandezza del rettangolo di gioco ed il numero delle sostituzioni. Entrando nel merito delle regole universalmente valide, è necessario che il terreno di gioco sia perfettamente rettangolare e che i suoi due lati siano compresi tra i 45 ed i 90 metri (quello minore) e tra i 90 ed i 120 (quello maggiore). Le linee devono essere tracciate di bianco e non devono avere uno spessore maggiore di 12 centimetri.
the-ball
Il terreno è diviso da una linea mediana e le due aree di porta sono contrassegnate da un perimetro all’interno del quale il portiere che difende può raccogliere il pallone con le mani senza incorrere in alcuna sanzione. Il pallone ha forma sferica e deve avere una circonferenza non superiore ai 70 centimetri, inoltre il suo peso deve essere compreso tra 410 e 450 grammi. I calciatori che scendono in campo durante un match sono 11 per ogni squadra, malgrado l’arbitro abbia i poteri per cambiare la situazione. L’arbitro, infatti, ha piena libertà di ammonire o espellere un giocatore in seguito ad irregolarità rilevate e nessun giocatore può sottrarsi alle scelte del referente. Se una delle due squadre dispone di meno di 7 giocatori la gara viene sospesa e la vittoria assegnata alla squadra avversaria. L’arbitro ha il diritto ed il dovere di prendere qualsiasi decisione egli reputi corretta e, in caso di dubbi, può richiedere l’ausilio di uno o più assistenti. Questi ultimi sono 6 e si dividono in guardalinee (uno per ogni lato lungo del campo), quarto uomo (interviene per segnalare le sostituzioni e per comunicare eventuali minuti di recupero) e giudici di linea (incaricati di osservare quando il pallone varca la linea di porta e quando un difensore commette un fallo in area ai danni di un calciatore avversario). Due tempi da 45 minuti sanciscono quale delle due squadre sia la vincitrice, alla luce del numero di marcature realizzate.

La compagnia giusta con cui viaggiare

L’estate scorsa, dopo aver sfogliato un catalogo di vacanze, ero particolarmente invogliato a partire per Valona, una nota località balneare situata sulle coste occidentali dell’Albania.
Mi sono informato su quale fosse il metodo più economico e veloce allo stesso tempo per raggiungere questa città da Brindisi, che si trova vicino a dove abito, ed ho scoperto che questa tratta è coperta da un servizio di traghetti organizzato dalla European Ferries.
Dopo aver cercato l’offerta di viaggio da Brindisi o Valona, ho avuto modo di vedere che avevo diverse alternative, la possibilità di scegliere fra diversi orari di partenza a seconda delle mie esigenze e dei prezzi davvero vantaggiosi.

Ho capito subito che European Ferries era la compagnia giusta con cui viaggiare. Potevo scegliere di partire ad ogni ora, e per una settimana di vacanza a giungo ho pagato un biglietto di andate e ritorno di soli 88 euro!
Una volta che mi sono imbarcato da Brindisi mi sono goduto il viaggio, che dura circa otto ore, in totale relax.
Sono davvero numerosi i vantaggi di viaggiare con il traghetto: ci si può rilassare in tutta tranquillità godendosi un bel panorama oppure riposandosi in cabina mentre si attende l’arrivo.
Una volta arrivati a Valona non c’è stato nessun problema per lo sbarco. European Ferries si è davvero qualificata come la compagnia giusta con cui viaggiare!
Quando sono arrivato a Valona ho raggiunto l’hotel, quindi mi sono dedicato all’esplorazione di questa città marittima così ricca di arte, di storia e naturalmente di mare.
Per visitare questa cittadina sono partito dal centro storico, dove ho ammirato il centro religioso Kuzum Baba, che si trova su una sorta di belvedere naturale a circa 30 metri sul mare: da qui si gode un panorama fantastico sulla costa e su buona parte della città.
Ho visitato poi Piazza Indipendenza ed il suo antico castello gotico, la zona portuale che è assai pittoresca e ricca di fascino, e quindi mi sono diretto alle spiagge.
Inutile dire che Valona è una delle più animate città albanesi, ricche di locali di divertimento e di bar a qualche metro dalle bellissime spiagge. Fra i lidi più famosi ricordo quella di Palasa, del tutto disabitata e selvaggia ma davvero splendida, spiaggia Jal e quella di Drymades, e quindi spiaggia Dhermiu che si trova accanto ad un gruppetto di case bianche affascinanti.

A chi rivolgersi in caso di bagaglio smarrito

Spostarsi in aereo rappresenta il metodo più veloce e sicuro per affrontare viaggi di media e di lunga percorrenza. La comodità e la bellezza dell’esperienza del volo, però, possono essere rese spiacevoli dallo smarrimento del bagaglio.

Recandomi a Milano per motivi di lavoro, mi è capitato di non trovare tra i bagagli in arrivo, il trolley che conteneva tutti i capi di abbigliamento che avevo portato con me per l’occasione.
Mi sono immediatamente recato presso l’ufficio competente, denominato Lost and found (Ufficio oggetti smarriti), al quale è necessario presentare l’apposito modello PIR (Property Irregularity Report), richiedibile nel medesimo ufficio. Il Lost and found rilascia immediatamente una copia della denuncia, contenente un numero da chiamare per ottenere informazioni o in alternativa un codice di tracciamento per verificare in tempo reale lo stato della pratica.

bagaglio-smarrito

Qualora il bagaglio non venga ritrovato entro i 21 giorni successivi allo smarrimento è necessario effettuare una richiesta di risarcimento del bagaglio smarrito. Nel caso in cui il bagaglio sia consegnato entro tale periodo, bisogna provvedere a inviare una richiesta di risarcimento dovuta al ritardo, da presentare entro 21 giorni dalla data dello smarrimento.
Per procedere alla richiesta di risarcimento, il richiedente deve allegare i seguenti documenti: la ricevuta del titolo di viaggio; il talloncino di identificazione del bagaglio; il contenuto del bagaglio; la copia del PIR; i propri dati bancari per l’eventuale accredito della somma spettante. Il diritto per la richiesta di risarcimento ha un termine di prescrizione di due anni.

L’entità del risarcimento varia in base alle compagnie aeree. Le aziende che aderiscono alle Convenzione di Montreal offrono un risarcimento pari a 1.000 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), ovvero la valuta gestita dal Fondo Monetario Internazionale. Attualmente 1.000 DSP valgono circa 1.270 Euro. Per quanto riguarda le restanti compagnie, il risarcimento è stabilito in 17 DPS per ogni chilogrammo di bagagli smarriti, dimostrabili mediante il talloncino di identificazione del bagaglio.
Qualora la richiesta di risarcimento non venga accolta dalla compagnia aerea, è possibile ricorrere al Giudice di Pace competente.

Dove poter alloggiare ad Ibiza

Il viaggio della scorsa estate è stata la prima vacanza vera e propria che io e mia moglie ci siamo concessi da quando siamo sposati, e per questo volevamo una meta particolarmente affascinante: dopo attente valutazioni, complici anche i buoni collegamenti con l’Italia, la nostra scelta è ricaduta su Ibiza, o ‘Evissa’, come la chiamano i locali.

Trattandosi di una località molto gettonata, eravamo un po’ preoccupati che i prezzi relativi al soggiorno potessero risultare proibitivi, ma da questo punto di vista siamo stati piuttosto fortunati: approfittando di un’ottima offerta trovata su internet abbiamo infatti affittato un appartamento a prezzi più che vantaggiosi.
Per il pernottamento abbiamo scelto di affittare appartamenti a Playa d’en Bossa, a brevissima distanza dalla capitale ed a mio giudizio la migliore area nella quale soggiornare: i prezzi sono più bassi che altrove ed è possibile trovare sistemazioni adatte ad ogni esigenza. Il nostro appartamento era davvero carino: molto spazioso per due persone e dotato di tutti i comfort, incluso un comodissimo angolo cottura.


Playa d’en Bossa è un luogo pieno di vita; sul lungomare si affacciano innumerevoli locali sempre affollati da giovani (e meno giovani) dai quali fuoriesce musica a tutte le ore; si tratta della zona più adatta a chi ama il divertimento e la vita notturna, e la spiaggia è una delle più estese dell’intera isola. La parte settentrionale di Ibiza, invece, è decisamente meno caotica, e vi si trovano piccole cale isolate nelle quali trascorrere qualche ora in intimità.
Molto suggestive, oltre alle spiagge di Ibiza, sono quelle della vicina isola di Formentera, collegata alla sua ‘sorella maggiore’ da un continuo viavai di traghetti, ed assolutamente da non perdere durante un soggiorno in questo luogo.
Se il mare è ovviamente il principale motivo che spinge la gente a visitare Ibiza, io ho trovato altrettanto interessanti i suoi centri abitati, a cominciare dalla città principale dell’isola (anch’essa chiamata Ibiza), con le sue caratteristiche casette bianche e l’antica Cattedrale che sorge sulla sommità della collina. Il consiglio comunque è di esplorare autonomamente l’isola in lungo e in largo, così da poter scoprire tutti i paesini in tipico stile catalano risparmiati dal turismo di massa.
Per spostarci all’interno di Ibiza noi abbiamo scelto di noleggiare uno scooter, visti i costi decisamente abbordabili; in alternativa è ovviamente possibile noleggiare un’automobile o muoversi in autobus e traghetto; i mezzi pubblici sono molto frequenti e circolano fino a tardi, anche se purtroppo sono limitati alle sole località principali.

 

Scegliere online il bancone giusto per il tuo store

L’immagine di uno store o comunque di un esercizio commerciale è di primaria importanza, in quanto costituisce il biglietto da visita per ogni cliente che vi entra. Ecco perché è molto importante scegliere mobili e complementi d’arredo belli esteticamente, funzionali e di qualità elevata. Per evitare file, perdite tempo e giri estenuanti, la soluzione perfetta è quella di procedere con l’acquisto on line. Sono davvero tante le aziende che si occupano della vendita di mobili e arredamento per store, quindi non sarà difficile trovare quella che meglio risponde alle proprie esigenze. L’importante è verificare che la ditta in questione sia seria, abbia una comprovata esperienza e che la clientela abbia rilasciato commenti e feedback positivi.
Tra i mobili, non possono certo mancare i banchi cassa per negozi. Questo mobile serve per sistemare la cassa e per accogliere i clienti, fissare appuntamenti e pianificare le vendite. Deve essere solido, poli funzionale, adatto allo stile dello store e di ottima qualità. Le rifiniture e i dettagli sono particolari da non trascurare, in quanto capaci di fare davvero la differenza. I materiali più indicati sono il legno, sempre elegante e raffinato, i combinati, più pratici e moderni e il Pvc, magari abbinato ad inserti in metallo o acciaio. In ogni caso, si dovrà valutare lo stile architettonico dell’ambiente nel quale il bancone verrà inserito: il legno andrà meglio per store classici e dal gusto retrò, mentre il Pvc o i combinati per negozi design e iper moderni. Le proposte on line sono tante e vantano un completo assortimento, sia per quanto riguarda i materiali che le colorazioni e le misure. Alcune ditte danno anche la possibilità di scegliere e prenotare un bancone totalmente personalizzato. Con pochi e semplici clic, il cliente può ordinare il bancone più idoneo al proprio store. Sempre procedendo on line, si ha inoltre l’opportunità di avere immediatamente un preventivo di spesa, in modo da avere una chiara idea del prezzo finale, naturalmente comprensivo anche delle spese di spedizione. I pagamenti sono sicuri in quanto i siti di riferimento utilizzano modalità di navigazione protetta, così come la spedizione, che avviene con corrieri riconosciuti e qualificati.