Una vacanza da sogno

La vivace vita notturna fanno dell’isola di Ibiza una delle più attraenti d’Europa: un luogo trasgressivo, alla moda e dove vivere emozioni davvero uniche. Ma Ibiza non è solo la capitale del divertimento e quindi una meta turistica popolare esclusivamente per la leggendaria movida ma, per via di una natura per lunghi tratti incontaminata, è anche un’isola dalla struggente bellezza.

Un paesaggio vario fatto di grandi spiagge sabbiose, baie selvagge e suggestive calette nascoste, tutti posti dove approfittare della limpidezza del mare per uno splendido bagno o per vivere momenti di assoluto relax. Cala Llonga è una spiaggia adatta a chi vuole godere di un minimo di tranquillità, con angoli nascosti lontani dal grande turismo di massa. Sensibilmente diversa l’atmosfera di Es Figueral, una spiaggia molto frequentata anche per la disponibilità dei molti servizi utili per svolgere varie attività sportive. Ses Salines è un’altra bella spiaggia che si distingue per i diversi servizi offerti e per un mare davvero trasparente. Cala d’Hort è, invece, particolarmente suggestiva per la sua magnifica natura, una spiaggia dalla sabbia bianca e protetta da belle scogliere, quindi hai la possibilità di scegliere quello che maggiormente preferisci in base alle tue esigenze per le tue vacanze ad Ibiza.

Ma, come sottolineato nella prima parte dell’articolo, è la vita mondana a caratterizzare principalmente l’isola, ormai da diverso tempo meta turistica preferita da migliaia di giovani. Qui si trovano tanti locali notturni dove dare sfogo al proprio divertimento a cominciare dal Pacha, una delle discoteche dell’isola con la tradizione più lunga. Un posto dove ascoltare musica di ogni genere, dove vengono organizzati moltissimi eventi e dove incontrare tanta bella e stravagante gente. Tra i club per eccellenza da segnalare anche El Divino, animato da moltissime modelle e cubiste che incantano ballando musica house.

Soggiornare qualche giorno ad Ibiza senza necessariamente spendere una fortuna è possibile, importante è conoscere i posti giusti. Prenotare un appartamento al centro di Ibiza per la propria vacanza potrebbe risultare la scelta ideale, in quanto questa soluzione è economicamente più vantaggiose di altre e offre comunque una serie di comodità. Pernottare in un appartamento al centro significa, infatti, soggiornare in una posizione strategica a pochi passi dal mare, da attrezzatissime e frequentatissime spiagge e nelle vicinanze di bellissimi locali notturni. Inoltre diversi di questi appartamenti si distinguono per i numerosi comfort: aria condizionata, luminosità, vista mare, terrazze e tanto altro ancora.

Bungee jumping che passione

Avevo già praticato questa adrenalinica disciplina in altri luoghi, ma quella di Caramanico Terme, splendido borgo di montagna nel cuore del Parco Nazionale della Majella, è una destinazione che mi ha sempre affascinato. La posizione dell’abitato è a dir poco invidiabile, collocato com’è nel bel mezzo di un autentico paradiso terrestre, incastonato tra le vette più alte dell’Italia centrale, in un luogo ricco di boschi e nel quale la natura la fa da assoluta padrona. La località è compresa nella provincia di Pescara e la strada che conduce al ponte di Salle introduce pian piano a panorami meravigliosi, che diventano più affascinanti con l’aumentare delle asperità di un territorio che sa stupire chiunque ancora non lo conosca. Il ponte di Salle ha un’altezza complessiva di 100 metri e sorge sulla strada che congiunge San Tommaso, frazione del comune di Caramanico Terme, all’abitato di Salle. Il manufatto risale agli anni cinquanta ed è formato da un’unica campata che domina il sottostante fiume Orta. Con i suoi 100 metri d’altezza è di gran lunga il più alto dell’Italia centrale e, per gli appassionati di bungee jumping, rappresenta un’imperdibile opportunità di divertimento. Il salto all’interno del profondo canyon formato dalla forza delle acque, misura 90 metri complessivi e l’elastico impiegato per il salto ha una lunghezza di 22 metri.
SAUT A L'ELASTIQUE
I ragazzi che gestiscono il primo bungee center del centro sud per dimensioni, fanno capo alla base jumping in Abruzzo, il cui obiettivo è proporre un’ulteriore opportunità di svago e divertimento all’interno di un comprensorio nel quale vengono già praticate numerose discipline di successo, quali la mountain bike, il rafting, il paracadutismo e ovviamente il trekking. Trovare la zona è stato molto semplice, grazie anche alle informazioni dettagliate offerte dal sito ufficiale dell’associazione. L’esperienza è stata semplicemente fantastica ed è inutile dire che praticare il bungee jumping è un’avventura che azzera tutte le esperienze passate e che sa mettere i brividi come fosse sempre la prima volta. La scarica di adrenalina ti riempie di energia tanto da farti sentire invincibile per ore, finché la stanchezza non prende il sopravvento. Il bungee jumping è una disciplina che ha saputo incantarmi fin dalla prima esperienza, esattamente come incantevoli sono i luoghi nei quali viene spesso praticata nel nostro paese.

Il mondo del calcio

Il gioco del calcio venne regolamentato per la prima volta nel 1863, quando l’IFAB, l’International Football Association Board, durante un meeting a Londra scelse le regole che tuttora costituiscono il fondamento di questo sport. La FIFA, nata nel 1904 a Parigi, adottò anch’essa le linee guida impostate dall’IFAB e poco alla volta fece del gioco del calcio il grande spettacolo di cui oggi tutti godiamo. Tutte le federazioni calcistiche nazionali si rifanno alle regole dell’IFAB e sono obbligate ad attenersi a queste, eccetto che per poche deroghe, riguardanti il peso e le dimensioni del pallone, la grandezza del rettangolo di gioco ed il numero delle sostituzioni. Entrando nel merito delle regole universalmente valide, è necessario che il terreno di gioco sia perfettamente rettangolare e che i suoi due lati siano compresi tra i 45 ed i 90 metri (quello minore) e tra i 90 ed i 120 (quello maggiore). Le linee devono essere tracciate di bianco e non devono avere uno spessore maggiore di 12 centimetri.
the-ball
Il terreno è diviso da una linea mediana e le due aree di porta sono contrassegnate da un perimetro all’interno del quale il portiere che difende può raccogliere il pallone con le mani senza incorrere in alcuna sanzione. Il pallone ha forma sferica e deve avere una circonferenza non superiore ai 70 centimetri, inoltre il suo peso deve essere compreso tra 410 e 450 grammi. I calciatori che scendono in campo durante un match sono 11 per ogni squadra, malgrado l’arbitro abbia i poteri per cambiare la situazione. L’arbitro, infatti, ha piena libertà di ammonire o espellere un giocatore in seguito ad irregolarità rilevate e nessun giocatore può sottrarsi alle scelte del referente. Se una delle due squadre dispone di meno di 7 giocatori la gara viene sospesa e la vittoria assegnata alla squadra avversaria. L’arbitro ha il diritto ed il dovere di prendere qualsiasi decisione egli reputi corretta e, in caso di dubbi, può richiedere l’ausilio di uno o più assistenti. Questi ultimi sono 6 e si dividono in guardalinee (uno per ogni lato lungo del campo), quarto uomo (interviene per segnalare le sostituzioni e per comunicare eventuali minuti di recupero) e giudici di linea (incaricati di osservare quando il pallone varca la linea di porta e quando un difensore commette un fallo in area ai danni di un calciatore avversario). Due tempi da 45 minuti sanciscono quale delle due squadre sia la vincitrice, alla luce del numero di marcature realizzate.

La compagnia giusta con cui viaggiare

L’estate scorsa, dopo aver sfogliato un catalogo di vacanze, ero particolarmente invogliato a partire per Valona, una nota località balneare situata sulle coste occidentali dell’Albania.
Mi sono informato su quale fosse il metodo più economico e veloce allo stesso tempo per raggiungere questa città da Brindisi, che si trova vicino a dove abito, ed ho scoperto che questa tratta è coperta da un servizio di traghetti organizzato dalla European Ferries.
Dopo aver cercato l’offerta di viaggio da Brindisi o Valona, ho avuto modo di vedere che avevo diverse alternative, la possibilità di scegliere fra diversi orari di partenza a seconda delle mie esigenze e dei prezzi davvero vantaggiosi.

Ho capito subito che European Ferries era la compagnia giusta con cui viaggiare. Potevo scegliere di partire ad ogni ora, e per una settimana di vacanza a giungo ho pagato un biglietto di andate e ritorno di soli 88 euro!
Una volta che mi sono imbarcato da Brindisi mi sono goduto il viaggio, che dura circa otto ore, in totale relax.
Sono davvero numerosi i vantaggi di viaggiare con il traghetto: ci si può rilassare in tutta tranquillità godendosi un bel panorama oppure riposandosi in cabina mentre si attende l’arrivo.
Una volta arrivati a Valona non c’è stato nessun problema per lo sbarco. European Ferries si è davvero qualificata come la compagnia giusta con cui viaggiare!
Quando sono arrivato a Valona ho raggiunto l’hotel, quindi mi sono dedicato all’esplorazione di questa città marittima così ricca di arte, di storia e naturalmente di mare.
Per visitare questa cittadina sono partito dal centro storico, dove ho ammirato il centro religioso Kuzum Baba, che si trova su una sorta di belvedere naturale a circa 30 metri sul mare: da qui si gode un panorama fantastico sulla costa e su buona parte della città.
Ho visitato poi Piazza Indipendenza ed il suo antico castello gotico, la zona portuale che è assai pittoresca e ricca di fascino, e quindi mi sono diretto alle spiagge.
Inutile dire che Valona è una delle più animate città albanesi, ricche di locali di divertimento e di bar a qualche metro dalle bellissime spiagge. Fra i lidi più famosi ricordo quella di Palasa, del tutto disabitata e selvaggia ma davvero splendida, spiaggia Jal e quella di Drymades, e quindi spiaggia Dhermiu che si trova accanto ad un gruppetto di case bianche affascinanti.

A chi rivolgersi in caso di bagaglio smarrito

Spostarsi in aereo rappresenta il metodo più veloce e sicuro per affrontare viaggi di media e di lunga percorrenza. La comodità e la bellezza dell’esperienza del volo, però, possono essere rese spiacevoli dallo smarrimento del bagaglio.

Recandomi a Milano per motivi di lavoro, mi è capitato di non trovare tra i bagagli in arrivo, il trolley che conteneva tutti i capi di abbigliamento che avevo portato con me per l’occasione.
Mi sono immediatamente recato presso l’ufficio competente, denominato Lost and found (Ufficio oggetti smarriti), al quale è necessario presentare l’apposito modello PIR (Property Irregularity Report), richiedibile nel medesimo ufficio. Il Lost and found rilascia immediatamente una copia della denuncia, contenente un numero da chiamare per ottenere informazioni o in alternativa un codice di tracciamento per verificare in tempo reale lo stato della pratica.

bagaglio-smarrito

Qualora il bagaglio non venga ritrovato entro i 21 giorni successivi allo smarrimento è necessario effettuare una richiesta di risarcimento del bagaglio smarrito. Nel caso in cui il bagaglio sia consegnato entro tale periodo, bisogna provvedere a inviare una richiesta di risarcimento dovuta al ritardo, da presentare entro 21 giorni dalla data dello smarrimento.
Per procedere alla richiesta di risarcimento, il richiedente deve allegare i seguenti documenti: la ricevuta del titolo di viaggio; il talloncino di identificazione del bagaglio; il contenuto del bagaglio; la copia del PIR; i propri dati bancari per l’eventuale accredito della somma spettante. Il diritto per la richiesta di risarcimento ha un termine di prescrizione di due anni.

L’entità del risarcimento varia in base alle compagnie aeree. Le aziende che aderiscono alle Convenzione di Montreal offrono un risarcimento pari a 1.000 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), ovvero la valuta gestita dal Fondo Monetario Internazionale. Attualmente 1.000 DSP valgono circa 1.270 Euro. Per quanto riguarda le restanti compagnie, il risarcimento è stabilito in 17 DPS per ogni chilogrammo di bagagli smarriti, dimostrabili mediante il talloncino di identificazione del bagaglio.
Qualora la richiesta di risarcimento non venga accolta dalla compagnia aerea, è possibile ricorrere al Giudice di Pace competente.

Dove poter alloggiare ad Ibiza

Il viaggio della scorsa estate è stata la prima vacanza vera e propria che io e mia moglie ci siamo concessi da quando siamo sposati, e per questo volevamo una meta particolarmente affascinante: dopo attente valutazioni, complici anche i buoni collegamenti con l’Italia, la nostra scelta è ricaduta su Ibiza, o ‘Evissa’, come la chiamano i locali.

Trattandosi di una località molto gettonata, eravamo un po’ preoccupati che i prezzi relativi al soggiorno potessero risultare proibitivi, ma da questo punto di vista siamo stati piuttosto fortunati: approfittando di un’ottima offerta trovata su internet abbiamo infatti affittato un appartamento a prezzi più che vantaggiosi.
Per il pernottamento abbiamo scelto di affittare appartamenti a Playa d’en Bossa, a brevissima distanza dalla capitale ed a mio giudizio la migliore area nella quale soggiornare: i prezzi sono più bassi che altrove ed è possibile trovare sistemazioni adatte ad ogni esigenza. Il nostro appartamento era davvero carino: molto spazioso per due persone e dotato di tutti i comfort, incluso un comodissimo angolo cottura.


Playa d’en Bossa è un luogo pieno di vita; sul lungomare si affacciano innumerevoli locali sempre affollati da giovani (e meno giovani) dai quali fuoriesce musica a tutte le ore; si tratta della zona più adatta a chi ama il divertimento e la vita notturna, e la spiaggia è una delle più estese dell’intera isola. La parte settentrionale di Ibiza, invece, è decisamente meno caotica, e vi si trovano piccole cale isolate nelle quali trascorrere qualche ora in intimità.
Molto suggestive, oltre alle spiagge di Ibiza, sono quelle della vicina isola di Formentera, collegata alla sua ‘sorella maggiore’ da un continuo viavai di traghetti, ed assolutamente da non perdere durante un soggiorno in questo luogo.
Se il mare è ovviamente il principale motivo che spinge la gente a visitare Ibiza, io ho trovato altrettanto interessanti i suoi centri abitati, a cominciare dalla città principale dell’isola (anch’essa chiamata Ibiza), con le sue caratteristiche casette bianche e l’antica Cattedrale che sorge sulla sommità della collina. Il consiglio comunque è di esplorare autonomamente l’isola in lungo e in largo, così da poter scoprire tutti i paesini in tipico stile catalano risparmiati dal turismo di massa.
Per spostarci all’interno di Ibiza noi abbiamo scelto di noleggiare uno scooter, visti i costi decisamente abbordabili; in alternativa è ovviamente possibile noleggiare un’automobile o muoversi in autobus e traghetto; i mezzi pubblici sono molto frequenti e circolano fino a tardi, anche se purtroppo sono limitati alle sole località principali.

 

Scegliere online il bancone giusto per il tuo store

L’immagine di uno store o comunque di un esercizio commerciale è di primaria importanza, in quanto costituisce il biglietto da visita per ogni cliente che vi entra. Ecco perché è molto importante scegliere mobili e complementi d’arredo belli esteticamente, funzionali e di qualità elevata. Per evitare file, perdite tempo e giri estenuanti, la soluzione perfetta è quella di procedere con l’acquisto on line. Sono davvero tante le aziende che si occupano della vendita di mobili e arredamento per store, quindi non sarà difficile trovare quella che meglio risponde alle proprie esigenze. L’importante è verificare che la ditta in questione sia seria, abbia una comprovata esperienza e che la clientela abbia rilasciato commenti e feedback positivi.
Tra i mobili, non possono certo mancare i banchi cassa per negozi. Questo mobile serve per sistemare la cassa e per accogliere i clienti, fissare appuntamenti e pianificare le vendite. Deve essere solido, poli funzionale, adatto allo stile dello store e di ottima qualità. Le rifiniture e i dettagli sono particolari da non trascurare, in quanto capaci di fare davvero la differenza. I materiali più indicati sono il legno, sempre elegante e raffinato, i combinati, più pratici e moderni e il Pvc, magari abbinato ad inserti in metallo o acciaio. In ogni caso, si dovrà valutare lo stile architettonico dell’ambiente nel quale il bancone verrà inserito: il legno andrà meglio per store classici e dal gusto retrò, mentre il Pvc o i combinati per negozi design e iper moderni. Le proposte on line sono tante e vantano un completo assortimento, sia per quanto riguarda i materiali che le colorazioni e le misure. Alcune ditte danno anche la possibilità di scegliere e prenotare un bancone totalmente personalizzato. Con pochi e semplici clic, il cliente può ordinare il bancone più idoneo al proprio store. Sempre procedendo on line, si ha inoltre l’opportunità di avere immediatamente un preventivo di spesa, in modo da avere una chiara idea del prezzo finale, naturalmente comprensivo anche delle spese di spedizione. I pagamenti sono sicuri in quanto i siti di riferimento utilizzano modalità di navigazione protetta, così come la spedizione, che avviene con corrieri riconosciuti e qualificati.

Parti sicuro con Caremar

La compagnia traghetti Caremar è stata fondata nel 1975 ed è in grado di gestire in modo ottimale i collegamenti marittimi di merci e persone nel golfo di Napoli.

In data 16/07/2015 l’azienda è stata ceduta, in seguito ad una procedura di privatizzazione, ad un raggruppamento di imprese composto dalle società RIFIM S.p.A e SNAV S.p.A.
La flotta della compagnia Caremar è così composta:
-4 Motonavi tradizionali,
-1 Catamarano,
-1 Aliscafo,
-2 Traghetti-Veloci,
-1 Unità Veloce.
Grazie a Caremar è possibile raggiungere in modo veloce e confortevole i porti di Casamicciola, Ischia, Procida, Pozzuoli, Napoli, Capri e Sorrento.
Ogni porto presenta una biglietteria Careman con personale altamente qualificato in grado di fornire il giusto supporto e rispondere ad ogni tipo di esigenza.


Ovviamente sono esposti dei cartelli per consentire al pubblico di leggere gli orari di lavoro.
Visitando il sito caremar.it è possibile inoltre prendere visione delle situazioni meteorologiche dei vari porti grazie a continui aggiornamenti con le Autorità portuali e Meteorologiche.
Rispettando quanto stabilito dalla legge è possibile inoltre portare con se i propri animali domestici, come cani, gatti e altri animali di piccoli dimensioni. E’ necessario adeguarsi alle apposite disposizioni sanitarie e il trasporto degli amici a quattro zampe può essere effettuato solo tramite le navi traghetti, avendo l’accuratezza di utilizzare gli appositi mezzi che devono essere omologati.
Grazie alla compagnia di traghetti Caremar è possibile inoltre trasportare i veicoli e in questo caso bisogna suddividere i veicoli in due gruppi:
-primo gruppo per veicoli lunghi fino a 4 metri,
-secondo gruppo per mezzi lunghi più di 4 metri o che presentano un’altezza superiore a 1,80 metri.
Importanti sono, inoltre, i servizi PMR, ovvero per persone con mobilità ridotta. Caremar, infatti, mette a disposizione dei passeggeri su sedia a rotelle numerosi servizi, come ad esempio:
-aree di parcheggio in garage riservate;
-aree e poltrone riservate nelle sale d’accoglienza;
-ascensori e locali igienici ad hoc in tutte le navi, ad eccezione della Mn. Adeona e della Mn. Fauno.
La compagnia Caremar, quindi, offre numerosi servizi e permette di scoprire le bellezze del golfo di Napoli in modo semplice e soprattutto con la massima sicurezza.

Meizu M2 Note tecnologia avanzata

Il Meizu M2 Note è uno smartphone di ultima generazione prodotto dalla compagnia cinese Meizu, la quale commercializza articoli hi-tech di eccellente qualità a prezzi estremamente competitivi.

Il cellulare in questione si impone come uno dei top di gamma dell’azienda. Dal punto di vista estetico il Meizu M2 Note presenta forme eleganti ed arrotondate, esaltate dal ridotto spessore di soli 8,7 millimetri. I materiali costruttivi sono di ottimo livello, così come l’ergonomia, favorita dal peso di appena 149 grammi.
Per quanto concerne l’hardware, lo smartphone asiatico si basa su un processore Mediatek MT6753 octa-core da 1,3 GHz, su 2 GB di RAM e su una scheda grafica Mali T720. Lo spazio di archiviazione interno si attesta a 16 GB ed è espandibile tramite una scheda di memoria microSD. Naturalmente presenti gli ultimi standard relativi alla connettività, dal modulo Wi-Fi al Bluetooth, dalla LTE alla NFC, oltre all’ormai indispensabile sensore GPS. L’insieme delle caratteristiche appena elencate rende il cellulare altamente performante e adatto per la riproduzione di video in alta definizione, per l’utilizzo di app sofisticate e per il game-play dei videogiochi di ultima uscita.


Il Meizu M2 Note adotta un display touchscreen da 5,5 pollici con risoluzione Full HD, il quale offre un’elevata luminosità e dettagli nitidi e ben definiti. Il cellulare dispone di una doppia fotocamera: la posteriore ha una risoluzione di 13 megapixel ed è dotata di un duplice LED Flash, per garantire lo scatto di foto e la realizzazione di video in Full HD anche in caso di scarsa illuminazione; la fotocamera anteriore ha un sensore da 5 megapixel ed è ideata per scattare ‘selfie’ e per effettuare videochiamate.
Il sistema operativo del Meizu M2 Note è il moderno Android Lollipop 5.1, arricchito da FlyMe, la personalizzazione creata da Meizu. Il sistema si comporta bene con qualsiasi tipo di applicazione, assicurando un’eccellente navigazione su internet anche impiegando il browser nativo, e la riproduzione di contenuti multimediali di ogni genere, dai video alla musica, dai file di testo alle immagini.
Ottima l’autonomia, grazie alla batteria agli ioni di litio da 3100 mAh, la quale permette di utilizzare lo smartphone a livello intensivo per l’intera giornata.

Viaggia comodo e veloce con il traghetto

Se volete viaggiare comodamente da Bari e arrivare a Cefalonia, nei mesi estivi potete acquistare un biglietto del traghetto che in ben 18 ore di navigazione vi condurrà direttamente al porto di Cefalonia. Ogni lunedì da luglio a settembre parte dal porto di Bari una nave del Ventouris Ferries diretta al porto di Cefalonia, mentre la tratta inversa è prevista ogni martedì. Viaggiare sui traghetti da Bari a Cefalonia con la compagnia Ventouris Ferries è molto confortevole, sul traghetto infatti troverete ogni tipo di comfort: sale poltrone servite da un piccolo bar, una piccola sala casinò, il duty free dove fare degli ottimi affari a bordo e un self service dove potervi rifocillare durante il viaggio.

Per viaggiare più comodi potete acquistare anche il viaggio in cabina. Ne esistono di diverse tipologie a seconda del numero delle persone che viaggiano con voi, ad esempio cabine a 3 o 4 letti e se volete ridurre un pò i costi potete optare per una cabina interna, anzicchè quella esterna con oblò vista mare. Se siete spinti da spirito di avventura potete anche fare l’intero viaggio in poltrona. Non sono scomode e la maggior parte sono dotate di poggia piedi, ma sicuramente non avrete la privacy che invece può darvi una cabina. Se volete risparmiare qualcosa nel vostro viaggio in traghetto, potete acquistare il biglietto con largo anticipo, in modo da usufruire di tariffe vantaggiose. La compagnia propone degli sconti esclusivi del 10% per i viaggi in famiglia e del 20% in bassa stagione o 10% per viaggi in media e alta stagione per almeno 9 viaggiatori, di cui due adulti. I bambini sotto i 4 anni pagano solo le tasse e nessun’altra quota, mentre i bambini dai 4 ai 12 anni possono usufruire di uno sconto del 50% sulla tariffa totale.
Grazie al comfort e alla presenza di uno staff qualificato, il vostro viaggio verso Cefalonia sarà sicuramente piacevole e quando attraccherete al porto potrete ammirare la più grande isola greca dello Ionio e resterete incantati dalle sue rocce a picco sul mare e dalla sua vegetazione fertile. Montagne, grotte sotterranee, laghi e spiagge stupende: Cefalonia è proprio una località che soddisfa ogni tipo di turista.